IL SIGNORE DI CAMPAGNA TORNA IN CITTA': APRE IL BORRO TUSCAN BISTROT A FIRENZE

Giovedì, 29. Agosto 2013 - 18:08

di LORENZA VITALISi parte dai prodotti, rigorosamente SOLO TOSCANI, sovente bio, da artigiani della zona di Arezzo dentro e fuori la tenuta onomina. Il Borro arriva in città, a Firenze, con il suo locale d'ordinanza: Il Borro Tuscan Bistrot. E' ristorante, winebar e foodshop, per una cucina di territorio firmata Andrea Campani il qule impronta la sua carta su alcune rivisitazioni in chiave contemporanea dei grandi classici della cucina toscana con attenzione meticolosa alla materia prima, rigorosamente locale.  Si parte con la colazione, il light lunch (es. battuta di chianina in tartare, fettuccine fatte in casa con pomodoro fresco e basilico, arrosto con patate novelle  e cantucci di Mattei) passando per un drink al bancone o per una cena più tranquilla. I battenti sono stati aperti  il 18 luglio a Firenze in Lungarno Acciaiuoli 80 rosso.
Da un incontro tra il Relais Il Borro e l'Osteria della struttura stessa (situata vicino San Giustino Valdarno), nasce il progetto di un nuovo spazio dove poter fondere ristorante, wine e i prodotti della grande campagna toscana. La struttura de Il Borro é di proprietà del gruppo Ferragamo, per questo l'ambiente del nuovo bistrot è quasi interamente decorato con stampe originali dal 1400 ai nostri giorni appartenenti alla collezione privata di Ferruccio Ferragamo, “Vino&Arte”. Per quanto riguarda la decorazione lo stile é minimal chic - come potrebbe essere altrimenti con cotanti proprietari? - giocata sui toni neutri, con tessuti, metalli e legno anch'essi rigorosamente "Made in Tuscany"Un pezzo di (straordinaria) campagna é tornata in città!

Asiago Plateau, Veneto Alps, great idea: the organic gourmet breakfast!

Mercoledì, 10. Luglio 2013 - 1:16

 A GREAT DAY FOR ALL TO ENJOY AN “ALTOPIANO” JULY 6-7th 2013: In Asiago, venetian Mountains, took place a curious weekend gourmet event  for the delight of the throat but also an opportunity to learn, remember and living in the nature.

A success. A great success. The event organized by the Asiago Tourist Board “ 7 Comuni Plateau” was so crowded that exceeded expectations. 
Two intense days dedicated to an important  topic to the welfare and health: breakfast and afternoon snack. In this case, even signature ones, yes, because the Asiago event was attended by celebrity starred chefs, who proposed healthy delicious recipes, created with local organic ingredients, first of all the “Rigoni di Asiago”, with many varieties of Fiordifrutta organic jams, various kind of Mielbio organic honeys , also a creamy and luscious nut and  cocoa cream “Nocciolata”, literally assaulted by all kind of guests, not only by the children!
Journalists and vip guests of the event truly lived these mountains. since their arrival delighted by the specialties of chef patron Alessandro Dal Degan, owner of the restaurant La Tana di Asiago, and Massimo Spallino, the “Minibar”, two chefs who have demonstrated, with their special menus, their genuine attachment to their territory with a twist of contemporary elegance.
A well-deserved night's rest, on Saturday morning, after a hearty breakfast, all the guests were invited to have a walk on the “Altopiano”, the plateau.An extraordinary and exciting path in the woods since the evocative name "The Path of Silence" but, above all, a wonderful natural route between spruce, beech and works of art in memory of the thousands fallen military men of the 1913-1918 Great War. We ended with all the flavors of the mountain, including an inimitable fragrant selection of Asiago aged cheese and organic polenta in Campomuletto Refuge.
The gourmet event began on Saturday afternoon with a show all about the “merenda”snack.  Alessandro Dal Degan “La Tana”, Paul Strobe “Al Pesso”, Alberto Basso “Tre Quarti”, Riccardo Antoniolo “All’Ottocento”, and Fabio Chilese, La Peca (two Michelin stars),all famous chefs, highly original and creative, performed in front of the guests with healthy and natural ingredients.    On Sunday morning, nothing better than to indulge in a breakfast "as it should be" and this was planned by the Tourism Association Board “Asiago 7 Comuni”. The social breakfast  was served in the square, open to the public, at a symbolic price of 2 Euros for charity. The response to it was amazing. A veritable sea of ​​people, adults and children. All tables with amount of good organic things: homemade bread in different shapes and flavors, cakes, jams, honey, yogurt, juices and beverages of all kinds. All in the full respect for natural and perfect for bringing good energy.
To frame this human tide, over 20 booths that offered their products, strictly typical of the venetian area.
On Sunday morning, again for the journalists and guests, took place a very interesting conference about the importance of eating well since the beginning of the day, during which distinguished experts and qualified speakers like Mauro Maccioni from New York, descendant of the famous dynasty of legendary restaurant owner in New York Sirio Maccioni and now a brand in the most luxurious hotels worldwide.All from different parts of the world, have made important recommendations on the topic "The importance of breakfast ". A theme always much discussed but, on this occasion, has shown that there is still much to learn.
And for the grand finale in the afternoon, a new show cooking, dedicated to breakfast. Starring Enrico Bartolini, Hotel Devero, Michele Citton (chef Nicola Negretto), Hotel Villa Michelangelo, Marco Colzani,” best pastry of the Year” to Gambero Rosso Guide for the last two years, Marco Masè (chef Melania Ilaria Esposito), Hotel Bertelli, Paolo Teverini, Hotel Tosco Romagnolo, and Elizabeth Chelodi (chef Alessandro Gilmozzi, two Michelin stars), an expert on mise en place at the Hotel Laurin in Trentino Mountains.
Luigi Cremona, famous and award-winning food and wine journalist and refined palate critic led ideated and led the event with great skill and professionalism. Coordinator, the publishing company Witaly, with Lorenza Vitali, an important point of reference for leasure, travel, cooking and everything that is about “stile di vita italiano” around this world.

Colors, flavors, memories, landscapes and, last but not least, a philosophy of life that is often overlooked. A summer weekend, surely to be remembered. And we hope to repeat!  Lorenza Vitali

Fieno fresco di montagna...roba da mucche o da massaggi?

Sabato, 6. Luglio 2013 - 1:17

Questi sono giorni felici per le mucche: é arrivata finalmente l'ora di uscire dalle stalle e scorrazzare felici nei prati profumati degli alpeggi!!! Se vogliamo, questo é il loro momento "gourmet" per definizione...come non capirle? Girando in diverse zone dell'arco alpino, ultimamente mi sto facendo una sorta di cultura: ogni alpeggio, ogni valle, ogni territorio montano, ha le sue diverse fioriture, densità del manto erboso, fiori e profumi distinti, ecco perché i formaggi sono poi così intensi...! Domattina sarà la volta dell' Altopiano di Asiago, chissà che menù é previsto per le "caroline" che aspettano lassù? Io, nell'attesa mi consolo con qualche bella marmellata Rigoni di Asiago che immagino qui non possa mancare...poi nel pomeriggio parte l'evento in piazza, dedicato alle merende e, appunto, alle colazioni "ASIAGO, UN ALTOPIANO DA GUSTARE" che oggi e domani vedrà anche gandi chef all'opera sul tema per una due giorni davvero differente.Marmellate e grandi prodotti degli artigiani, la mia speranza é di buttarmi nella vasca del fieno, per un bagno rigenerante...da bipedi, sognando di essere una mucca libera!Lorenza Vitali  

Oliva Taggiasca....on the rocks, Luca Coslovich docet

Domenica, 26. Maggio 2013 - 11:43

 L'evento MED-I-TAGGIA-SCA contiene una serie di preziose sorprese: si sono esibiti nel convento dei Dominicani di Taggia non solo grandi chef stellati e pasticceri di grido ma anche una chicca del bere miscelato: Luca Coslovich, professionista di lungo corso del mondo degli spiriti e maestro "dietro ad un bancone" dei più interessanti cocktail bar internazionali,  ieri 25 maggio ha presentato tre cocktail ideati appositamente per il tema dell'evento: olio ed oliva taggiasca nel bicchiere! Come si fa per le ricette dei grandi chef, ecco le sue: LIQUID GOLD4 cl. vodka aromatizzata allo zafferano, 2 cl. triple Sec,1 cl. succo di limone, 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva taggiasca. E' un frozen, dunque il ghiaccio grattugiato é d'uopo.BASIL MARTINI                                                                                                                                       5 cl. Hendrick's gin, 1 cl. succo di limone, qualche foglia di basilico fresco, 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva Taggiasca ed un'oliva omonima nel bicchiere con bastoncino.PICANTE                                                                                                                                                     4 cl. tequila, 2 cl. pica liquore, 1 cl. succo di limone, 1 peperoncino esiccato, 2 cucchiaini di olio extra vergine di oliva Taggiasca.Lorenza Vitali     

Sirio, tempio del vino e del buon vivere italiano, questa settimana parla Trentino

Lunedì, 6. Maggio 2013 - 14:10


... E torniamo in città, la città che non dorme mai, Manhattan.    L'occasione è piuttosto ghiotta: l'introduzione di alcuni ottimi vini italiani dalle Alpi Trentine, le tanto note Dolomiti, in dodici ristoranti italiani molto ben noti in tutto il mondo. L'evento parte in realtà domani ma oggi vogliamo porre il focus su uno dei più interessanti della scena newyorkese, anche se è "appena arrivato": Sirio Ristorante.  Aperto da pochi mesi, propone  le interpretazioni contemporanee di piatti tradizionali italiani ispirati allo stile  toscano di un Maccioni prima maniera, serviti in un ambiente bello e coinvolgente. Con il suo arredamento lussuoso ma casual anni 50 come in un film felliniano della Dolce Vita, vanta una delle selezioni più impressionanti di diverse annate  di vini  italiani a New York  che si possono godere anche al bancone bar molto alla"moda" con un approccio apparentemente più informale: qui arrivano  - al tramonto di una lunga giornata di business o leisure  -  tutti "quelli che contano" in città.    Sirio Ristorante co la sua recente apertura ha riportato a NY il gusto italiano della Bella Vita da celebrare con un bicchiere, possibilmente pieno di bollicine italiane!

Per questo abbiamo scelto SIRIO - Quasi tutti conoscono il nostro amore per raccontare il modo perfetto per godersi l'ospitalità nella sua massima espressione: è per questo che pubblichiamo la guida METEDIVINE, The Best 100 Gourmet Hotel in Italia, Mondo, ecc.  Sirio si trova al piano terra di un enorme, elegante hotel di Manhattan, The Pierre Taj, una catena indiana di hotel di superlusso. Già questo basta per definire il tutto una META DI VINA. Ma non dimentichiamo la cucina gourmet affidata alle mani già "stellate" Michelin di uno chef  di talento, Filippo Gozzoli, accanto ad una lista di vini portentosa ed un servizio di sala invidiabile. What else?

Lorenza Vitali

Italian Mountain wine are coming to town...with Trentino, what else?

Lunedì, 6. Maggio 2013 - 16:32

....And we come back to town, the city who never sleep, Manhattan. The occasion is quite gorgeous: introducing some very good italian wines from the Trentino Alps, Dolomites, to twelve very well reputed italian restaurants in town. The event stars tomorrow but we'like to introduce ri ght now one of the most interesting on the scene, also if it's "just arrived":Sirio Ristorante.   is The freshly opened contemporary interpretations of traditional Italian dishes inspired by the Tuscan standards of Maccioni’s youth are served in a beautiful and engaging environment. The menu offers a variety of pastas and appetizers to simple and robust entrees. With its Fellini-esque décor, an emphasis on hospitality, and one of the most impressive selections of Italian vintages in New York you can enjoy also by the bar in a more informal but “hip” drink to meet the ones “who counts” at sunset after e long day.  Sirio Ristorante brings back old-time Italian flair to New York City.WHY WE CHOSE SIRIO    -    Almost everybody knows our love for the perfect way to enjoy hospitality at its best: that’s why we publish our METEDIVINE guide, The Best 100 Gourmet Hotel in Italy, World, etc. Sirio stands ground floor of a huge, elegant hotel in Manhattan, The Pierre at Taj, a superluxuous indian hotel chain. Let’s be already happy just for this fantastic formula. On the top of that the Maccioni's added the gourmet cuisine in the hands of a Michelin starred chef, Filippo Gozzoli and a vigorous wine list. Who needs more?Lorenza Vitali 

Pagine

Archivio

Categorie

ALTRIBEIBLOG

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati