TUTTI PARLANO DI IMPATTO ZERO, C'E' CHI LO APPLICA DA SEMPRE...NELL'OSPITALITA'

L'Hotel Milano Scala, un albergo a Milano che abbatte i consumi ecosostenibile in tutte le sue forme

Mar, 27/01/2015 - 10:27

di LORENZA VITALI

Sono anni che nel mondo della ristorazione e dell'ospitalità si affrontano temi come l'ecostenibilità, la riduzione delle emissioni, il rispetto per l'ambiente, il riciclo dell'acqua, dell'aria, del calore, etc. alcuni imprenditori del mondo alberghiero e delle comunità hanno iniziato ad affrontare il problema, ma, francamente, la sensazione é che ci si ritrovi, ancora oggi, ad aver affrontato solo "la punta dell'iceberg". Devo ammettere che una sorpresa positiva l'ho avuta visitando e pernottando a Milano, nel cuore di Brera, un hotel, il Milano Scala, che già anni fa era stato interamente pensato con questa filosofia, diciamo, in tempi non sospetti? Vado a ritroso, dal momento in cui mi sono svegliata. Atmosfera eco-chic, anche la colazione, che è stata una vera sorpresa: una buona selezione di prodotti, quasi tutti bio compreso uno yogurt di montagna valdostano indimenticabile, eccellenze musicali con artisti che cambiano periodicamente  negli spazi comuni. Il lunch ha una formula a prezzo fisso da salad bar ma con una selezione d’ ingredienti  ampia e libera, una scelta di zuppe calde e verdure elaborate e cotte in diversi modi, fruibili anche agli esterni in  una terrazza-bar affacciata sulla città. Immagino che il periodo dell’apertura dell’Expo vedrà godere al massimo gli ospiti di questo hotel, grazie all’originale presenza di un orto sul tetto del palazzo, che fornisce prodotti alla cucina a “passo zero” e che prevede una soluzione “picnic” rilassante…e non è poco in una città come Milano, dove il verde, si sa, scarseggia.  Lo spirito ecosostenibile del Milano Scala si ritrova anche al Ristorante La Traviata. Da meno di un anno lo staff di sala e di cucina è cambiato con la piacevole presenza di  Diego Improta, un F&B manager che annovera un bagaglio di esperienze italiane ed internazionali in diverse prestigiose strutture, condite da una forte vena creativa. In cucina c’è un giovane Chef Fabio Castiglioni, lombardo, che ha affinato la sua esperienza in diverse case griffate:  il Relais San Maurizio, Sadler, Hotel Splendido di Portofino, tra le altre. Ho provato una cucina raffinata e leggera, in parte mediterranea, in parte rispettosa della tradizione lombarda, ma fresca, con tecniche di cottura contemporanee. Fabio utilizza per la cucina solo prodotti che provengono dal territorio interregionale,  in particolar modo dalle Cascine del Parco del Ticino, si fa  vanto del suo orto con vista sul Duomo” che, posizionato sul tetto dell’Hotel, rifornisce realmente  con ortaggi e frutti la tavole dei clienti. Altre coccole riscontrate?  In camera la possibilità di scegliere cuscino personalizzato (per me che sono allergica non è poco), un cestino di cortesia con vino cioccolatini, biscotti e una graziosa lampadina da Libro, un buon accappatoio di spugna pesante con le iniziali, non sempre presente nei 4 stelle, mentre per i trattamenti benessere i massaggi vengono prenotati  direttamente in camera (a breve partiranno i lavori per una vera e propria spa nel basement) ma soprattutto mi è piaciuta la possibilità di poter utilizzare un’autovettura di cortesia ad alimentazione elettrica al 100%, dato che siamo in zona ZTL, non so se mi spiego!

 

Archivio

Categorie

ALTRIBEIBLOG

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati