NON SOLO PIZZACHEF EMERGENTI OGGI A ROMA: FOOD DESIGN UNDER 35 PER RIPENSARLA, LA PIZZA!

Mer, 06/12/2017 - 23:57

Ieri,  6 dicembre, alcuni designer e creativi under 35 (proprio lo stesso criterio in base all’età del regolamento dei nostri Pizza Chef Emergenti in gara) provenienti da diverse nazioni di tutto il mondo si sono impegnati a “ridisegnare” l’esperienza attorno al “soggetto” pizza.  Il premio è stato ideato da Desita (società internazionale focalizzata come business principale sulla creazione di brand, concept e format di vari tipi), ma vede la collaborazione di altri attori come Fondazione Qualivita, Tuttofood (Fiera Milano), il patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali. Tutto bene ma…chi ha vinto?

Fortunatamente c’è l’Italia sul gradino più alto del podio: Vincenzo Sorrentino vince con il suo progetto innovativo ‘The Sail’. Nicholas Bender dagli Stati Uniti col suo ‘The Paperoni’ è secondo, terza la peruviana Vania Valeria Adrianzén col suo ‘Pizzappetite’.

Ma cosa propongono di tanto innovativo questi progetti? The Sail è un format di locale popup, una pizzeria nomade, che può essere montata in quattro e quattr’otto sulle spiagge in ogni parte del globo. Poi è stata pensata un’innovativa soluzione contro lo spreco di carta e cartone, i packaging della pizza d’asporto ad esempio, che trasforma i rifiuti in materiale di valore. Curiosa invece l’idea di creare un sistema divertente per personalizzare la pizza e mettere tutti d’accordo sul tipo di tonda da ordinare. Sono questi i tre progetti scelti dalla giuria dell’innovativo food design contest internazionale, il ‘Desita Award Pizza experience’.

Sulla bella terrazza del Grand Hotel Flora (oggi gruppo Marriott) con vista impareggiabile sulla Capitale è stato assegnato anche un premio speciale “innovazione tecnologica” allo slovacco David Toth, che ha sviluppato “E-Pizza”, un singolare contenitore aereodinamico perfetto per la consegna della pizza con i droni, rispettandone le caratteristiche organolettiche e la temperatura: perfetto per il traffico di Roma!

A poche ore dalla possibile elezione della pizza a bene identitario immateriale secondo l’Unesco, ci rendiamo sempre più conto che intorno a questo apparentemente semplice alimento, nato popolare, icona indiscussa del made in Italy, ruota un interesse crescente, un amore, una passione complesse, che stimolano ogni tipo di creatività.

Ma i pizzaioli? Mi viene quasi da sorridere, ripensando alla rapida ascesa di alcuni di loro che (soprattutto grazie ai media…) stanno “calcando le scene” come delle vere e proprie star.  Forse sarà troppo, ma questo non è né il momento né il contesto per analizzare il fenomeno sociologico in questione. Nonostante il rapido successo planetario, il settore necessita ancora di “sedimentare” e metabolizzare tale boom, culturalmente parlando, soprattutto tra gli imprenditori. Così com’è successo nel mondo dei cuochi, anche questo mestiere deve trovare la sua identità, non di prodotto (mediamente, non si sono mai mangiate pizze tanto salutari e sane, rispetto al passato) bensì d’immagine. Molte pizzerie, a tutti i livelli, sono ancora ubicate ed allestite in maniera triste, non consona all’allegria che il mangiare quel disco dorato ricco di ogni ben di dio sulla sua superficie, sprigiona. Il design dei locali ha molta strada da fare, così come il marketing e la comunicazione ad effetto. Ma diamo tempo al tempo.

Parole del Dottor Omar Cescut, responsabile del progetto Pizza di Desita: - “La nostra intenzione era infatti quella di colmare questo vuoto ripensando il momento dell’”Esperienza Pizza”’, con mezzi innovativi per approcciare il consumatore, sempre in evoluzione, che consuma la pizza ovunque ea tutte le ore del giorno e della notte. Nuovi format, nuovi prodotti di supporto, oggetti e servizi che servano concretamente ad esaltare la pizza”.  

 

Aspettiamo ansiosi la prossima edizione del premio che si dovrebbe svolgere in due tappe:  in occasione della nuova edizione 2018 della “Città della Pizza” a Roma e durante la Milano Foodweek  nella primavera inoltrata.

Archivio

Categorie

ALTRIBEIBLOG

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati