50 SFUMATURE DI...VERDICCHIO E ACCIUGA!

sara Blandamura, verdicchio Castelo di Jesi, Mirizzi, Montecappone, enoteca Bomprezzi, Acciuga Ristorante Federico Delmonte, Roma, Marche, Marchigiani

Mer, 30/05/2018 - 14:19

 

Si è svolta l’altra sera nella Capitale una cena stampa dal titolo intrigante: 50 Sfumature di Verdicchio presso il Ristorante ACCIUGA in Via Vodice, nuovissimo indirizzo dello chef patron Federico Delmonte coadiuvato in sala dal giovane maitre Matteo Bonanni – recentemente in gara a Paestum ad Emergente Sala.

L’appuntamento è stato teatro per un’ottima scusa: festeggiare insieme un doppio compleanno ovvero il traguardo dei 50 anni di attività dell’azienda vitivinicola Montecappone, della famiglia Mirizzi, e i cinque decenni della DOC Verdicchio dei Castelli di Jesi.

Una serata che è filata via liscia con una sequenza di piatti molto centrati per un wine pairing che metteva in luce la straordinaria longevità e complessità del vitigno autoctono iconico delle Marche, del quale, a mio modesto avviso, non si sono mai messe completamente in luce tutte le valenze, eccezionale e discreto come la sua gente, i marchigiani.

Mi sono appassionata anche alle parole di Alessandro Mirizzi, uno dei due fratelli, il marito di Sara Blandamura, in forze nella seconda ma non meno importante attività di famiglia, l'Enoteca Bomprezzi, che ci ha raccontato le avventuredi un'attività di successo partita in zona Tuscolana da un'idea della madre negli anni cinquanta.

Ma torniamo al menu! Abbiamo degustato acciuga marinata con focaccia al vapore, il Raviolo Fritto e La Capasanta, cocco, cipolla e lime in degustazione con il Mirizzi Millesimé Extra Brut 2015, la novità di Casa che è stata 24 mesi sui lieviti. Abbiamo invece assaggiato il Montecappone Federico II A.D. 1194 Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2016 con i Fusilli alle cozze e il secondo primo, riso cacio, pepe e bergamotto marinato con il Montecappone Utopia Castelli di Jesi Verdicchio Riserva 2015 in magnum. Non paghi, è arrivato il cuore di costata con melanzane insieme al Mirizzi Ergo Verdicchio dei Castelli di Jesi Classico Superiore 2016. Per il dessert “Fruttando” è stato pensato l’abbinamento con il Montecappone Resio Verdicchio dei Castelli di Jesi Passito 2007.

La forza e la lungimiranza di questa famiglia ha dato il suo forte contributo al consolidamento dell’immagine di questo vino non solo in Italia e il futuro è dietro l’angolo….stay tuned.

 

Lorenza Vitali

Archivio

Categorie

ALTRIBEIBLOG

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati