La Locanda del Pilone ad Alba

Mar, 24/06/2014 - 11:00

E' sempre stata accogliente questa locanda posta su una delle colline che dominano Alba e che permette un panorama a tutto tondo che profuma di vigne e vino. La famiglia Boroli gestisce Azienda e Locanda, qui vinifica i vini, salvo il barolo (che viene prodotto nell'altra azienda a Castiglion Falletto), qui accoglie clienti e visitatori con alcune camere curate che sembrano di famiglia, qui c'è anche una bella sala consente qualche piccolo evento con le sue ampie vetrate che lasciano entrare la luce ed il panorama, e infine c'è un piccolo ristorante da sempre gourmet. Una brigata di giovani si prende cura dei pochi tavoli, e altri in cucina seguono e svolgono le idee di Masayuki, chef ormai naturalizzato, a lungo con Tonino Cannavacciuolo che è stato fino a poco tempo fa consulente della Locanda. Gran lavoratore come tutti i giapponesi, Masayuki ci riempe vista e palato di una serie notevole di stuzzichini  iniziali che anticipano le qualità di una cena in crescendo che trova negli spaghettoni aio e olio, nello scamone e nei dessert i piatti che ci hanno pienamente convinto. A Masayuli non si addice il rosso: il petto di anatra alle fragole e i crostacei ai lamponi non ci hanno entusiasmato, mentre è sicuramente il colore dei Boroli che con i loro tre baroli, Classico, Cerequio e soprattutto il Villero 2005 ci fanno sognare.

Archivio

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati