Danilo Ciavattini a Viterbo

Gio, 13/09/2018 - 10:03

Ce lo ricordiamo da tempo, dal primo Pipero, quello di Albano e poi ad Emergente Chef dove fece un'ottima figura (era il 2009!). Poi l'avevamo perso di vista e ora lo ritroviamo nel centro storico di Viterbo dove per la prima volta si presenta con un suo ristorante. Viterbo è una bellissima città, ha sempre avuto una buona ristorazione media, ma da quando ha chiuso La Torre (da qualche anno trasferitasi a Roma) non ha più avuto un ristorante di riferimento gastronomico. Ci prova Danilo e lo fa con il piede giusto, cioè con molta umiltà, sia per l'ambiente semplicissimo, quasi basico, con delle luci un pò troppo diffuse che speriamo vengano cambiate e sia con un menù di grande correttezza. C'è una linea tradizionale, c'è una linea più estrosa, ma ambedue vengono proposte senza velleità fuori di luogo. In cucina come in sala sono solo in due e quindi giudiziosamente non si esagera nella complicazione delle ricette, non si inseguono chimere estetiche che sarebbe poi difficile mantenere quando i tavoli sono pieni. Si dà la priorità al gusto e dobbiamo dire che Danilo il palato ce l'ha, raramente sbaglia, c'è qua e là qualche condimento di troppo, e a volte frettolosità negli assemblaggi. Ma ripetiamo, sono in due in cucina e ci piacerebbe vedere dove arriverà quando, con il successo che gli auguriamo, si potrà permettere la brigata che merita. Le cose migliori? I due antipasti, passando dal sensazionale tortino di cipolla di invadente potenza e sfumatura dolce, ad una leggera acquacotta con la sua chiusura di erbe amare a pulire il palato. Una bella sequenza davvero!

Archivio

Witaly S.r.l. 2012 © All rights reserved Partita Iva 10890471005
Witaly è registrata presso il Tribunale di Roma n. 95/2011 del 4/4/2011 – Tutti i diritti riservati